AUTORIZZAZIONI RIFIUTI

CHE COS'E':

La disciplina che regola la gestione e lo smaltimento dei rifiuti, da quelli speciali a quelli urbani, classificati pericolosi e non pericolosi, è complessa e delicata. Offriamo una lunga esperienza ed un'affidabilità garantita nell'assistenza dei propri clienti, sin dai primissimi passi: dalla determinazione dell'effettiva natura di “rifiuto” del materiale indesiderato, al campionamento e classificazione del rifiuto fino alle varie pratiche da gestire, sia per quanto riguarda le autorizzazioni al trasporto, che per la gestione dei rifiuti.

 

Processi autorizzativi per il recupero e lo smaltimento dei rifiuti

Gli atti amministrativi che permettono ad una ditta di poter trattare dei rifiuti seguono due regimi:

  • regime semplificato (art. 216 D.Lgs. 152/06 e s.m.i. , D.M. 5 febbraio 1998 e s.m.i. e D.M 161/2002)
  • regime ordinario (art. 208 D.Lgs. 152/06 e s.m.i.)

Il regime semplificato riguarda i rifiuti pericolosi e non pericolosi e si configura come attività di recupero. Al termine dell’iter autorizzativo, che possiamo seguire interamente o in parte per conto dei suoi clienti, si ottiene una Iscrizione al registro delle attività di recupero.

Il regime ordinario riguarda rifiuti pericolosi e non pericolosi e si configura come attività di recupero o come attività di smaltimento. Al termine dell’iter autorizzativo, si ottiene un decreto dell’ente competente al rilascio.

Gli enti preposti sono, in scala locale, la Provincia, territorialmente competente, e la Regione. Per alcuni tipi di operazioni di recupero e smaltimento, e per determinati quantitativi, le attività riguardanti i rifiuti ricadranno in A.I.A. (link al sito) previa V.I.A. o verifica di assoggettabilità alla V.I.A.

Trasporto rifiuti

Il trasporto su strada di rifiuti speciali e urbani, classificati speciali e pericolosi  è soggetto ad iscrizione all’Albo Nazionale Gestori Ambientali (D.Lgs. 152/06 e s.m.i. art. 212 comma 5).

Affianchiamo la nostra professionalità ai clienti per ottenere l'iscrizione a questo Albo che è un requisito per lo svolgimento di:

  • attività di raccolta e trasporto di rifiuti
  • attività di bonifica dei siti
  • attività di bonifica dei beni contenenti amianto
  • attività di commercio ed intermediazione dei rifiuti senza detenzione dei rifiuti stessi 

Inoltre l’iscrizione all’Albo è necessaria per le seguenti categorie di gestione rifiuti:

  • trasporto dei propri rifiuti (d.Lgs. 152/06 e s.m.i. art. 212, comma 8) (produttori iniziali di rifiuti non pericolosi che effettuano operazioni di raccolta e trasporto dei propri rifiuti, nonché i produttori iniziali di rifiuti pericolosi che effettuano operazioni di raccolta e trasporto dei propri rifiuti pericolosi in quantità non eccedenti trenta chilogrammi o trenta litri al giorno, a condizione che tali operazioni costituiscano parte integrante ed accessoria dell'organizzazione dell'impresa dalla quale i rifiuti sono prodotti)
  • iscrizione in modalità semplificate per la Gestione semplificata RAEE - Sono tenuti ad iscriversi: (D.M. 8 marzo 2010, n. 65)
    - distributori di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE)
    - trasportatori di RAEE che agiscono in nome dei distributori di AEE
    - installatori e gestori di centri di assistenza tecnica di AEE incaricati dai produttori di tali apparecchiature
  • iscrizioni per il solo esercizio dei trasporti transfrontalieri nel territorio italiano di cui all’articolo 194, comma 3, del D. Lgs 152/2006 e articolo 212, comma 12, del D. Lgs 152/2006

IL NOSTRO INTERVENTO:

  • checkup aziendale
  • redazione di una Relazione tecnica generale
  • assistenza alla compilazione degli atti amministrativi
  • interfaccia con gli enti preposti